Web news
Filippo Nicosia racconta Pianissimo
Mi chiedo, ogni tanto, se sia possibile isolare il momento in cui ho deciso, il momento in cui nella mia testa è risuonata la frase: "metto su una libreria itinerante".


Forse quel momento esiste, e un giorno mi verrà in mente, per adesso mi sembra che Pianissimo - libri sulla strada, si sia fatto da solo, senza che io potessi oppormi alla sua realizzazione.

È stata, allora, solo una questione di tempo, di coincidenze, di intuizioni. Pianissimo è nata ad agosto 2013, nell'anno successivo a quello che è stato ribattezzato l'annus orribilis del libro in Italia.

La libreria itinerante ha viaggiato per 23 giorni in Sicilia, la regione che, dopo la Basilicata, detiene il record negativo di lettori in Italia, e ha venduto più di 700 libri.

I numeri, come sempre, non dicono tutto ma dicono molto e sembrano smentire le statistiche.

Pianissimo - libri sulla strada è una libreria sui generis, i motivi del suo successo sono da rintracciare in tre fattori:

1) La lettura come pratica. La diffusione della lettura passa per la condivisione e la lettura ad alta voce. Il libraio deve essere un lettore, conoscere molti dei libri che porta con sé, e essere disposto a leggerli ad alta voce.

2) La collaborazione con associazioni e istituzioni per stare al centro delle piazze, nelle biblioteche comunali, ed essere visibile per dare visibilità ai libri.

3) Rapporti commerciali solo con editori indipendenti

Partito come un'avventura corsara, Pianissimo - libri sulla strada, è ripartito a dicembre per un tour invernale. Nuovi paesi, nuovi libri, nuove letture, lo stesso spirito.

Non solo, Pianissimo mi ha costretto a un riflessione più articolata sulla diffusione del libro.

Se si vuole davvero schiodare la percentuale dei lettori (chi compra un libro l'anno) da quel vergognoso 46%, bisogna disporsi alla massima umiltà e esplorare territori nuovi.

Bisogna investire in nuovi lettori, e nei giovani lettori, bisogna guardare al margine, bisogna portare il margine fino al suo limite più dilatabile.

La cultura, quando è tale, è sempre inclusiva. Leggendo le statistiche ci sono troppo differenze tra Nord e Sud, tra famiglie agiate e non, tra grandi città e province. Questo modello sta mostrando tutti i suoi limiti, è per questo che Pianissimo - libri sulla strada è ripartito, e non vuole più smettere di viaggiare.

* * * * *

Pianissimo Libri sulla strada sarà in tour a Milano, dal 19 al 24 marzo per le vie della città (qui il calendario degli appuntamenti), e poi dal 28 al 30 nei padiglioni di Fieramilanocity per Fa' la cosa giusta!

Blog
Rubriche