Web news
Moda sì, ma critica
Fino a domenica 22 settembre, ai Frigoriferi Milanesi, l'evento di Terre che promuove stilisti e progetti all'insegna della sostenibilità.

"Da So critical so fashion non si esce solo con un prodotto, ma anche con delle nuove competenze e conoscenze": così Elisa Pedretti, responsabile del salone della moda critica, organizzato da Terre di mezzo, spiega il senso di un evento che è giunto alla quarta edizione e che oggi apre i battenti presso Frigoriferi Milanesi (fino a domenica 22 settembre). Oltre a stand e sfilate il programma prevede incontri e laboratori: è così possibile imparare, per esempio, a creare borse grazie all'intreccio di materiale di recupero oppure a sferruzzare a maglia per realizzare colletti, cinture e passamanerie. I bambini, poi, possono cimentarsi con scarti di sartoria oppure colorare t-shirt con il cibo.

In questi quattro anni So Critical So Fashion è cresciuta. Il successo si misura anche dai numeri: sono 60 infatti i brand che partecipano quest'anno, eccellenze di artigianalità e design selezionate in Italia e all'estero che proveranno a raccontare con le loro creazioni -che coniugano tecniche tradizionali con l'utilizzo di materiali innovativi e a basso impatto ambientale- un altro modo di fare moda. E mercato. Visto che la sostenibilità economica è uno dei punti fondamentali. "Lo scopo di So Critical So Fashion è anche quello di contaminare il fashion system ufficiale che sta sfilando in questo periodo a Milano", sottolinea Cristina Tajani, assessore comunale alle politiche per il lavoro e lo sviluppo economico, che ha partecipato oggi all'inaugurazione dell'evento.

So Critical So Fashion è aperta venerdì dalle ore 15 alle 22; sabato dalle ore 10 alle 22; domenica, ore 10-20. Frigoriferi Milanesi è in via Piranesi 10. L'ingresso è libero e gratuito (pre-registrazione "saltacoda", qui: http://bit.ly/1b4YZhm )

 

Redazione: Dario Paladini, 20.09.013

 

Eventi
Blog
Rubriche