Web news
"Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d'azzardo"
Presentato il 14 gennaio a Milano da Terre di mezzo, Scuola delle Buone Pratiche, Fa' la cosa giusta!, Legautonomie.

 

Sindaci in prima linea. I Tribunali impediscono di bloccare le sale gioco? Loro rispondono con avvisi pubblici, limitazioni d'orario e sportelli per le famiglie.  

Uniti si vince, o comunque si riesce a far sentire con più forza la propria voce. Per questo, Terre di mezzo e Legautonomie hanno redatto il


"Manifesto degli amministratori a contrasto del gioco d'azzardo"
. Il primo documento di questa natura, in un Paese dove le scommesse rappresentano il 4% del PIL nazionale, la 3° industria italiana.

Al manifesto hanno già aderito 40 Comuni, tra cui anche il Comune di Milano. "Con questo atto" - ha dichiarato la vicesindaco Maria Grazia Guida - "vogliamo ribadire il nostro impegno per contrastare i rischi derivanti dal gioco d'azzardo. Gli amministratori locali devono essere in prima linea anche perché lo Stato è troppo distratto, troppo attento a sostenere questo mondo. Per questo dobbiamo impegnarci ad attuare interventi educativi per prevenire e informare la cittadinanza sui rischi derivanti dal gioco. I Comuni, inoltre, devono intensificare i controlli sulle slot machine, molte infatti sono irregolari".

Presentazione del manifesto in conferenza stampa (aperta al pubblico) il 14 gennaio, alle ore 10.30, presso la sede di Legautonomie in via Duccio di Boninsegna 21, a Milano.

Il manifesto è l'esito di un percorso promosso e portato avanti dalla Scuola delle Buone Pratiche. Sono stati più di 100 tra sindaci, assessori, funzionari, operatori e cittadini i partecipanti al workshop che si è svolto venerdì 30 novembre a Corsico (MI) su "Legalità è contrasto al gioco d'azzardo" (vedi sotto: materiali del convegno e prossimi appuntamenti).

Segui la campagna su Twitter #comuninoslot e rilancia per ampliare il cerchio d'onda!

Leggi l'inchiesta del numero di Terre di gennaio, "la battaglia impossibile", e l'articolo dedicato ai "sindaci in prima linea".

 

* * *  * *

Primi firmatari del Manifesto:
Corsico, Lecco, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, Rho, Vanzaghello, Cornaredo, Paderno Franciacorta, Cavenago di Brianza

Altri Comuni aderenti (40)
Milano, Piacenza, Gromo (BG), Ponte Lambro (CO), Olgiate Molgora (LC), Mesero (MI), Osnago (LC), Cavenago di Brianza (MB), Castiglione d'Adda (LO), Malegno (BS), Cologno Monzese (MI), Cassano Magnago (VA), Binasco (MI), Prevalle (BS), Zeccone (PV), Liscate (MI), San Donato Milanese (MI), Cosio Valtellino (SO), Dresano (MI), Gazzada Schianno (VA), Padegne sul Garda (BS), Carpiano (MI), Vimodrone (MI), Rezzato (BS), Corbetta (MI), Pogliano Milanese (MI), Azzate (VA), Visano (BS), Morbegno (SO), Canegrate (MI), San Giuliano Milanese (MI), Dovera (CR)

* * * * *

Prossimi appuntamenti della Scuola delle Buone Pratiche, aperti a Sindaci, amministratori e cittadini interessati: 24 gennaio, Legalità ed economia in Comune; 21 febbraio, "Come far partecipare i propri cittadini a ciò che un’amministrazione fa per la legalità"; 15 marzo: in occasione di Fa’ la cosa giusta! presentazione delle linee guida emerse nel percorso e altri workshop a tema.

* * * * *

Materiali di approfondimento (dal workshop Scuola delle Buone Pratiche, Corsico, 30 novembre 2012)

Report Corsico 30-11-2012
prof. Fiasco - Gioco d'azzardo, impatto economia familiare e ...
Audizione Alea presso i Monopoli di Stato
Regolamento Comune Vicenza
Regolamento Comune di Trento
Linee guida Comune di Bolzano
Esperienza comune di Bolzano
Sentenza 300-2011 Corte Costituzionale Provincia di Bolzano
Tar piemonte contro Comune di Verbania
Tar Piemonte - rimessione alla Corte Costituzionale
Capitanucci AND
CNCA: Campagna Mettiamoci in gioco

 

 

 

Eventi
Blog
Rubriche