Web news
Chiusa con soddisfazione la prima edizione della Fiera in Sicilia
I Cantieri culturali alla Zisa tornati alla luce. Grande partecipazione della città di Palermo. Il bilancio dell'evento e i lanci correlati.

Si è chiusa domenica 21 ottobre con un bilancio decisamente positivo la prima edizione della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili Fa la cosa giusta!Sicilia. Successo sperato ma non annunciato che ha messo alla prova Palermo. La città – con l’eccezionale risposta che ha dato – è stata la vera protagonista: 10 mila visitatori hanno affollato i padiglioni dei Cantieri Culturali alla Ziza, chiusi da oltre un decennio e finalmente tornati alla luce.

Lo spazio espositivo Tre navate ha ospitato 120 espositori divisi nelle 8 sezioni tematiche. L'alimentazione sostenibile è stata una delle grandi protagoniste nella sezione speciale Buono da mangiare che ha messo in mostra produttori di agricoltura biologica o biodinamica, a filiera corta o a km zero. Gli espositori si sono detti felici per essere stati finalmente valorizzati a pieno per il loro impegno in un contesto consono alla filosofia che vogliono raccontare.

Alla fiera hanno partecipato 20 scuole – provenienti da molti paesi della Sicilia e una anche dalla Germania – con un totale di 1100 giovani studenti, di cui 400 iscritti ai 25 laboratori pensati per loro.

Anche la stampa ha dimostrato grande interesse per la fiera con una risposta a livello nazionale e locale che ha permesso di informare in modo capillare i visitatori.

Fa' la cosa giusta!Sicilia è stata caratterizzata anche da un fitto programma culturale fatto di incontri, mostre, laboratori che hanno affrontato i temi della sostenibilità e della solidarietà, puntando a far conoscere tutte le nuove economie che non schiacciano il Pianeta e riconoscono agli uomini i diritti fondamentali.

Fa’ la cosa giusta!Sicilia è stata una grande festa che ha portato ai neofiti del consumo critico importanti e nuove conoscenze sulla possibilità di acquistare sano, pulito e giusto.

A questa prima edizione non sono mancati ospiti illustri, a partire dal primo cittadino di Palermo – Leoluca Orlando – che si è detto felice della popolarità che la manifestazione ha raccolto ed è sembrato aperto a collaborazioni per future edizioni. Con lui in fiera, anche gli assessori Barbara Evola, Agnese Ciulla, Giuseppe Barbera e Marco Di Marco, coinvolti in prima persona in alcune iniziative del programma. Presente anche Rita Borsellino che ha preso parte a un incontro sul tema dell’acqua pubblica.

Fa’ la cosa giusta!Sicilia può e vuole avere un prosieguo. Lo vogliono gli organizzatori e, soprattutto, hanno dimostrato di volerlo associazioni, espositori, scuole e i tanti singoli cittadini che, nel lasciare i Cantieri culturali della Zisa tornati nuovamente a nuova vita, si sono dati appuntamento nella speranza di incontrarsi ancora in questi eccezionali spazi per l’alternativa economica capace di futuro.

Ufficio stampa: Paola Castiglia paolacastiglia@lavoceweb.com 335/7531297 www.falacosagiustasicilia.org 

 

ARTICOLI CORRELATI

Leggete gli articoli che abbiamo pubblicato sulle iniziative di Fa' la cosa giusta! Sicilia 2012. Foto e Video: Antonella Lombardi.

- Non solo moda...: restauro, bigiotteria e bricolage, ecco le attività della Sartoria sociale di Palermo, una chance per detenuti e immigrati in difficoltà di offrire una nuova possibilità alla vita.

- Rifiuti, Palermo cambia marcia: un progetto sperimentale per la gestione dei rifiuti della città che prende il via da tre punti fondamentali: promozione del riciclo, lotta agli sprechi, "ecobanche".

- Sicilia, terra di consumo critico: nei primi giorni di fiera, sono le scuole a riempire gli stand. Dai laboratori di borse, alle botteghe del riuso, i mille volti del consumo critico.

- Baratto alla siciliana: come scambiare rifiuti con genere alimentari, arriva  l' "Ecopunto: la bottega del baratto". 

- Fa' la cosa giusta! Sicilia 2012: la IV festa regionale dei Gruppi di acquisto solidale (Gas), i primi protagonisti di un consumo critico organizzato anche nell'Isola, è ospitata all'interno di Fa' la cosa giusta! Sicilia.

- Riciclo d'artista: quaranta artisti palermitani fanno dei rifiuti un'opera d'arte: è la Bottega del Riuso, l'iniziativa  proposta dalla cooperativa sociale La Palma Nana.

- La Fiera di presenta a Palermo: la conferenza stampa e la presentazione della prima edizione della Fiera in Sicilia.

- Meno 1 all'inaugurazione: gli appuntamenti del primo giorno: dall'agricoltura ecologica all'abitare sostenibile, dal teatro forum al welfare sanitario e l'economia solidale. 

E se non vi sembra ancora abbastanza, date un'occhiata al canale youtube di "terredimezzomagazine" dove troverete il progetto Neunoi, il coworking nel cuore di Palermo.

Blog
Rubriche