Web news
Day 1
21 settembre, venerdì, inaugurazione dell'evento. Il diario della giornata, con i video dei protagonisti.

 

I numeri parlano chiaro: "Quest'anno presentiamo 51 espositori italiani e tre ospiti stranieri. C'è stata una crescita costante in produttori e visitatori". Così dice Anna Nenna (video, qui), responsabile di So Critical So Fashion per Terre di mezzo eventi.

Si apre la passerella etica di So Critical So Fashion. Rispetto dell'ambiente e dell'equità del mercato, attenzione alla qualità e ai contenuti: ecco gli ingredienti a cui dare peso per rendere l'acquisto di un capo d'abbigliamento una scelta consapevole. Tre testimonial d'eccezione inaugurano la fiera: l'assessore al commercio della Provincia di Milano Paolo Giovanni Del Nero (video, qui), la curatrice di Fashion in Fiber Recovery Bianca Cappello (video) e la fondatrice della piattaforma C.L.A.S.S., un ponte tra designer e produttori di materie prime, Giusy Bettoni (video). Per tutti, una domanda: che cosa rende critica la moda? E si scopre che, in un contesto di difficoltà economiche, ogni singolo aspetto della produzione di un oggetto diventa decisivo per la sua scelta.

 

Paolo Giovanni Del Nero, assessore al commercio della Provincia di Milano "per il terzo anno la Provincia di Milano sostiene So Critical So Fashion. Perché la moda critica, che rispetta l'ambiente e il lavoro, ha un valore in più. Non solo etico, anche economico..." (guarda il video)

Giusy Bettoni, fondatrice di C.L.A.S.S., la piattaforma che mette in contatto produttori di filati e creativi: "La moda è una forma di comunicazione. So Critical So Fashion è una delle passerella che aumenta le scelte e rende il pubblico più consapevole.  (guarda il video)

Bianca Cappello, curatrice di Fashion in fiber recovery, interviene all'apertura di So Critical So Fashion 2012. E racconta come cambia la moda critica (guarda il video)

Eventi
Blog
Rubriche