Chiudi

Ricerca

Islam sotto il sole

MILANO – “Da due mesi 1.200 persone non hanno un posto dove pregare il venerdì. Palazzo Marino ci ha delusi”. L’accusa viene da Asfa Mahmoud, direttore della Casa della cultura islamica di via Padova a Milano, finora uno dei centri più moderati e aperti al dialogo con le istituzioni. Sono circa 5mila i fedeli che lo frequentano, ma la sede è in un garage che al massimo ne può ospitare 1.800. Gli altri finora si dividevano fra la palestra comunale di via Cambini e il teatro Ciak, che però è stato chiuso. “Il Comune ci aveva promesso un’altra sistemazione. Se va avanti così faremo un sit-in di protesta davanti a palazzo Marino”.

Intanto i musulmani milanesi si preparano al Ramadan (21 luglio – 19 agosto). La casa della cultura di via Padova celebrerà in autonomia la festa finale de “L’Aid el Fitr”. “Abbiamo chiesto come ogni anno il campo di calcio della parrocchia di san Giovanni Crisostomo – spiega il direttore – e anche la tensostruttura del Palalido, ma non abbiamo ancora avuto risposte”. In occasione del digiuno rituale la comunità di via Padova offrirà 250 pasti serali al giorno per le persone in difficoltà e organizzerà incontri e dibattiti aperti a tutti.

Sarà una festa unitaria invece quella delle 15 associazioni aderenti al Caim (coordinamento delle associazioni islamiche milanesi). “Per la prima volta la comunità – si legge sulla pagina Facebook del coordinamento – si riunisce in un evento collettivo in cui si manifesta tutta la sua pluralità, rappresentando nel modo migliore quell’unità nella diversità che la contraddistingue”. Non è ancora deciso dove si riuniranno i circa 30mila fedeli attesi per l’evento. “Siamo in trattativa con i gestori di alcune strutture – afferma Davide Piccardo, coordinatore del Caim – ma di certo non andremo all’ex Palasharp”.

Testo: Ludovica Scaletti, per Redattore Sociale

  • Iscriviti alla nostra newsletter

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Our monthly newsletter with a selection of the best posts

  • Terre di mezzo

    Casa editrice con sede a Milano. Pubblichiamo 60 titoli all’anno, scelti e realizzati con cura per voi.
    I Percorsi a piedi e in bicicletta, i libri per bambini de L’Acchiappastorie, i manuali creativi delle Ecofficine sono le nostre collane principali.
    Per primi abbiamo pubblicato la Guida al Cammino di Santiago, titolo bestseller oggi giunto alla 12ma edizione.
    Tra i nostri libri più amati e conosciuti: La grande fabbrica delle parole, albo illustrato da Valeria Docampo e la serie Dory Fantasmagorica, di Abby Hanlon.

Nessun prodotto nel carrello.

Le spedizioni saranno interrotte a partire da mercoledì 7 fino a mercoledì 28 agosto. Riprenderanno a partire da giovedì 29 agosto. Ignora