Web news
Un'estate lontano dalle scosse
I giovani "Giornalisti nell'erba" che hanno partecipato al concorso di giornalismo ambientale offrono ospitalità ai coetanei dell'Emilia, per passare l'estate lontano dalle zone colpite dal sisma.

Ai ragazzi terremotati dell'Emilia offrono ospitalità per passare l'estate lontano dalle scosse e dalle macerie. L'idea è venuta agli adolescenti e giovani che hanno partecipato al concorso nazionale ed internazionale di giornalismo ambientale "Giornalisti nell'Erba": un progetto che raggiunge attualmente circa 920mila bambini e ragazzi di scuole, centri sportivi, ludoteche, centri giovani di 17 regioni. "Abbiamo pensato di creare una sorta di banca dell'ospitalità -spiega Paola Bolaffio, ideatrice di Giornalisti nell'Erba-. Lo scopo è quello di allentare la tensione, di far vivere un'atmosfera diversa, di stringere amicizie, offrendo una vacanza a qualche ragazzo emiliano in un luogo non colpito dal sisma". Finora sono almeno una trentina i giornalisti nell'erba che hanno risposto all'appello. C'è chi offre ospitalità non solo ai ragazzi, ma anche alle loro famiglie. "Il problema è che purtroppo nessuno dall'Emilia ha accettato l'invito - continua Paola Bolaffi -. Un po' per diffidenza e poi perché chi vive nelle tende non sempre ha la possibilità di accedere a internet e quindi non sa di questa opportunità". La Protezione civile ha comunque assicurato che farà girare la notizia nelle tendopoli. 

 

Testo: Dario Paladini per Redattore Sociale

Blog
Rubriche