Web news
La torre degli artisti
Sabato 5 maggio il collettivo di artisti milanesi "I Lavoratori dell'Arte", insieme ad altre realtà italiane tra cui Il Teatro Valle ed il Cinema Palazzo di Roma, ha occupato la torre Galfa, un grattacielo milanese in condizioni di abbandono da circa 15 anni. L'idea è quella di costruire uno spazio dove produrre arte e cultura dal basso che sperimenti linguaggi nuovi e che superi la logica della precarizzazione sempre più diffusa nel mondo della produzione artistica

Sabato 5 maggio Milano ha visto nascere una nuova realtà. Un'avanguardia composta dal collettivo "I Lavoratori dell'Arte", appoggiata da tante altre realtà italiane - la più conosciuta quella del Teatro Valle di Roma - ha occupato la Torre Galfa, un grattacielo situato nei pressi della Stazione Centrale di proprietà del gruppo Ligresti e sfitto da circa 15 anni. Due gli intenti fondamentali degli occupanti. Dare vita ad un centro per le arti e la cultura svincolato dalle logiche del profitto e della precarizzazione sempre più diffusa tra i lavoratori del settore dello spettacolo e ripensare la produzione artistica nel suo complesso. In questi giorni a Milano Macao è sulla bocca di tutti. Grazie anche ad una comunicazione intelligente che sfrutta al meglio i nuovi canali dei social network ed all'appoggio di figure importanti del mondo della cultura milanese, da Dario Fo a Lella Costa, la presa della Torre Galfa ha fatto molto rumore. L'amministrazione milanese fino ad ora non ha ancora preso posizione ufficialmente, mentre sabato 12 maggio il gruppo di Macao ha indirizzato alle autorità una diffida dal rendere esecutivo un eventuale sfratto. Difficile dire quanto durerà la nuova vita della Torre Galfa, quello che è certo è in questi giorni Macao è stato il teatro di una grande partecipazione che a Milano non si vedeva da tempo, guardare il video per credere.

 

Testo e video: Gabriele Orsini

Eventi
Blog
Rubriche