Web news
Rinnovabili, tagli letali
Gli effetti della norma "ammazza-rinnovabili" dopo 1 anno cominciano a farsi sentire, e l'obiettivo indicato dall'Ue, produrre il 17 per cento di energia da fonti alternative entro il 2020 sembra sempre più un miraggio.

La norma "ammazza-rinnovabili" miete le sue vittime. I tagli agli incentivi per chi usa energie alternative, stabiliti un anno fa dal decreto Romani (ex ministro dello Sviluppo economico) mettono a rischio 10mila posti di lavoro: "Il 50 per cento degli occupati nel fotovoltaico", denuncia Massimo Sapienza, presidente di Asso energie future. Le conseguenze maggiori si hanno in Veneto, regione di punta nella produzione di energia solare: su 10mila addetti, 1.250 sono già in cassa integrazione e altri 5mila ci sono vicini. Mentre le multinazionali lasciano l'Italia. L'obiettivo indicato dall'Ue, produrre il 17 per cento di energia da fonti rinnovabili entro il 2020, sembra sempre più un miraggio.

Blog
Rubriche