Web news
...Meno 1! Arriva So Critical So Fashion
Venerdì 23 settembre, ai Frigoriferi Milanesi si inaugura la seconda edizione dell'evento di moda etica promosso da Terre di Mezzo. E sulla passerella sfila la solidarietà.

Al consueto appuntamento con la settimana della moda, Milano si presenta per la seconda volta vestita di verde e attenta ai diritti umani con "So critical so fashion", la tre giorni (23-25 settembre) di moda etica, critica e indipendente organizzata da Terre di mezzo Eventi in collaborazione con lo spazio "Frigoriferi milanesi". L'iniziativa nasce per portare sotto i riflettori 39 tra stilisti e produttori di moda critica, interpreti di uno stile eco-sostenibile e rispettoso dei diritti dei lavoratori, che presenteranno e venderanno gli abiti delle loro collezioni primavera/estate 2012. Ma ci sarà anche spazio per workshop e laboratori pratici, performance di artisti e creativi, momenti di dibattito e di relax, con dj set, musica dal vivo e stand gastronomici a km zero.

Tra i progetti più interessanti c'è "Punto a capo Milano-Mumbai", un laboratorio di venti donne della ong Lok Seva Sangam, che in uno slum della metropoli indiana realizzano borse di cotone naturale a tiratura limitata, ricamate a mano e stampate con le vignette di Pat Carra, che nel 2008 ha sviluppato l'idea insieme all'amica-giramondo Patrizia Costa. Il progetto, di cui parte del ricavato è usata per le vaccinazioni e per le scuole dello slum, verrà presentato sabato 24 dicembre alle 16.

A fin di bene anche le t-shirt "Tomodachi" (amicizia, in giapponese), disegnate dallo stilista Giulio Iacchetti con un inedito vessillo italo-nipponico stampato al centro, pensate per dimostrare vicinanza al popolo nipponico colpito dal sisma lo scorso marzo. Le magliette saranno in vendita in esclusiva per la Settimana della moda e soltanto a "So critical, so fashion!" per raccogliere fondi per la Croce rossa giapponese.

Tra gli espositori, oltre ad Altromercato (partner dell'iniziativa) con i suoi abiti realizzati con tessuti e materiali del commercio equo e solidale, segnaliamo la sartoria L'Orlando furioso (www.lorlandofurioso.it), nata come attività riabilitativa della Cooperativa Altra mente di Torino, attiva nell'ambito della salute mentale.

Da non perdere anche i laboratori di maglia e uncinetto organizzato dalle appassionate di "Stitch'n'bitch": quello di domenica 25 settembre, dalle 15 alle 17, servirà per confezionare guanti e berretti invernali da donare ai senzatetto di Milano in occasione della 12.ma edizione della "Notte dei senza dimora", in programma il 15 ottobre (info: www.associazione.terre.it).

La chicca finale? Le esclusive cartelle stampa, riservate ai giornalisti, sono realizzate con coloratissimi tessuti africani dalle ex ragazze di strada delle Casa di Anita, struttura di accoglienza di Nairobi costruita dalla ong Amani. Qui, la volontaria Grazia Orsolato e la stilista Roberta Vincenzi hanno dato vita a una scuola di sartoria che permette alle sei ragazze che la frequentano di voltare pagina col passato e di crearsi una professionalità. Con i loro prodotti (borse, vestiti, gonne, magliette e pantaloni realizzati rigorosamente a mano) hanno anche creato la loro collezione, "Get together girls" (www.gtotgcollection.org).

L'appuntamento con la seconda edizione di "So critical so fashion" è ai Frigoriferi milanesi in via Gian Battista Piranesi 10 dal 23 al 25 settembre. Questi gli orari: venerdì 23, dalle 11 alle 17 su invito, dalle 17 alle 23 aperto al pubblico. Sabato 24 dalle 10 alle 22, domenica 25 dalle 10 alle 20. L'evento è gratuito e aperto a tutti. Per il programma completo e tutte le informazioni, consultare il sito www.criticalfashion.it.

Testo: Chiara Daina/ar

 

Eventi
Blog
Rubriche