Web news
Genova 2001-2011, dieci anni dagli eventi del G8
La città ospita un mese di manifestazioni, dibattiti, presentazioni di libri e film. Per non dimenticare.

Il gran finale sarà sabato 23 luglio con un corteo per tutta la città, ma gli appuntamenti da non perdere sono molti. Mercoledì 20 luglio a Palazzo Tursi dalle 9.30 si terrà "L'onda lunga della democrazia insorgente", un incontro organizzato dal network "Democrazia a km zero" a cui parteciperanno, tra gli altri, l'economista Marco Revelli, il segretario confederale Flc-Cgil Enrico Panini e Guido Viale, saggista autore di numerosi volumi su temi ecologici, come "La conversione ecologica" (Nda press, 2011). Lo stesso giorno, alla sala convegni Sant'Agostino, i circoli di Legambiente organizzano alle 9.30 la tavola rotonda "Dopo il referendum sul nucleare".

Ricco anche il menu di giovedì 21 luglio: alle 16.30, alla Sala minore del Consiglio provinciale, l'ex brigatista Sergio Segio, oggi scrittore e collaboratore di Libera e Gruppo Abele, presenterà il Rapporto sui diritti globali 2011, da lui curato. All'evento ci sarà anche il fondatore di Libera, don Luigi Ciotti. In università, presso l'aula magna, alle 17 avrà inizio il dibattito "Piazze euromediterranee", tenuto dall'associazione AltraMente, mentre alle 18.30 a Palazzo Ducale, Lorenzo Guadagnucci e Vittorio Agnoletto presentano il loro ultimo libro "L'eclissi della democrazia", sul G8 del 2001. La sera, decimo anniversario dell'irruzione della polizia nella scuola Diaz, ci sarà una fiaccolata con partenza da piazza Matteotti.

Venerdì 22 di nuovo al centro l'ambiente, con la tavola per il cambiamento climatico organizzata da Fair, Legambiente, Arci, Cospe e Cgil alla Sala maggiore del Consiglio provinciale alle 9.30. Nel pomeriggio i Cobas parlano di lavoro nel seminario "Le trasformazioni del lavoro in Europa" all'auditorium di Palazzo Rosso, a partire dalle 16.30.

Dopo il corteo di sabato sera, domenica 24 si chiuderà con l'assemblea internazionale "Loro la crisi noi la speranza", organizzata dal movimento Altermondialista a San Salvatore, in piazza di Sarzano alle 9.30.

la maggiore affluenza di pubblico è prevista per il weekend, quando i pernottamenti in città saranno almeno tra i 5 e gli 8mila, secondo gli organizzatori. Niente spese per chi vuole dormire in città: basta contattare Rita Lavaggi a rita.lavaggi@libero.it, Gianni Russotto a giovanni.russotto1@tin.it (o al 349 2136612 ) oppure Gianni Morando al 348 3138418 per trovare un posto in palestre, abitazioni, circoli Arci o associazioni che hanno dato la disponibilità per ospitare i partecipanti alle manifestazioni di "Genova 2001-2011". Ogni struttura avrà un responsabile a cui sarà affidata la gestione. Non è necessario avvisare in anticipo, a meno che non ci siano gruppi molto numerosi, perchè presso il sottoportico di Palazzo Ducale dalle 17 alle 19 (solo il 20, dalle 10 alle 12) è sempre attivo un infopoint a cui chiedere per l'ospitalità. Per maggiori informazioni, il sito di riferimento è www.genova2011.org.

 

Testo: Lorenzo Bagnoli

Eventi
Blog
Rubriche