Alternative possibili
Torna Tramedautore
Il cuore del teatro africano a Milano, nella decima edizione della rassegna di Outis.

Una tenda berbera al centro di un chiostro, tra tazze di the e narghilé. Inizia così il viaggio nel cuore del teatro africano all’ombra della “Madunina”. Parliamo di Tramedautore, festival di drammaturgia internazionale, curato da Outis, che si terrà a Milano dal 21 al 26 settembre e dal 15 al 17 ottobre al Piccolo Teatro Grassi e Studio.

“Un cartellone di alta qualità artistica e non “naif” dedicato al diritto di cittadinanza”, ha precisato Sergio Escobar direttore del prestigioso ente, scenario della manifestazione. Otto gli spettacoli presentati dalle compagnie provenienti da Egitto, Libia, Marocco, Tunisia, Mauritania e Algeria, sette dei quali in lingua araba, sovratitolati in italiano e uno in francese. Con un programma di sala bilingue.

“L’accoglienza è la parola chiave di questa decima edizione -racconta Angela Calicchio, direttrice artistica della rassegna– che vuole essere uno sguardo sincero sulla cultura, sulla lingua e sulla civiltà del grande continente, in continua evoluzione”. Tante le sorprese che riserva il programma. A partire da “Silhouette de l’ombre”, pièce del Teatro Regionale algerino di Skikida, diretto da Sonia Mekkiou, che, con un cast tutto al femminile, affronta i conflitti interiori delle donne nord-africane combattute tra la chiusura del loro tradizionale nucleo familiare e i modelli delle società occidentale. 

Dal Cairo, poi, “The Temple Independent Theater Company“ con “L’importanza di essere un arabo”. Una vera e propria performance che utilizza molteplici linguaggi: dal fumetto alla visual art. Prevista anche la mise and space dell’autore libico Ahmed Fagih, “The gazelles” curata, però, dal Teatro della Cooperativa, visto che il ministero della Cultura nord africano non ha stanziato fondi per l’iniziativa. Attesi, infine, autori di fama internazionale come il regista tunisino Fadhel Jaïbi con il nuovo “Amnesia ” e dello scrittore franco-marocchino Mohamed Kacimi con “(Verso) Lettera alle Corinzie”, una commedia sul velo islamico.

Tra installazioni e happening si è pensato anche ai bambini: potranno rivivere sotto un’autentica tenda berbera, montata proprio nel cortile di Via Rovello, le suggestioni del deserto, le montagne e il mare di Marrakesch, grazie ai racconti Abderrahim El Hadiri, l’attore di origine marocchina della Cooperativa Teatro Laboratorio di Brescia. 

Tramedautore si apre oggi, 21 settembre, alle 18 con la proiezione nel chiostro del Teatro Grassi del mediometraggio di Wim Wenders “Il volo”. La storia, vera, di due paesi calabresi Badolato e Riace, svuotati dalla emigrazione e riportati a vita grazie all’arrivo di nuove generazioni di migranti africani. CI SAREMO ANCHE NOI DI TERRE DI MEZZO, con le formule di abbonamento scontato al magazine (un anno a 20 euro anziché 30, sei mesi a 10 euro) e una selezione dei nostri libri. VI ASPETTIAMO! 

(GUARDA il video di presentazione dell'evento)

 

INFO

Dove: Teatro Grassi e Teatro Studio - Milano

Quando: dal 21 al 26 settembre e dal 15 al 17 ottobre 2010

Tel.: 02.39.25.70.55

Web: www.outis.it

 

TESTO: Rosy Battaglia

 

 

Blog
Rubriche